notturno musicale by bio… pensieri notturni

Franco_Angelosante_nascita_vita_e_morte_di_una_galassiaRespiro--2-images

Pensieri notturni

Mario Contini

Io conosco il tuo sguardo
m’è ignoto però
l’odore delle tue parole
quando parli e sei sola

nel mio respiro assopito
sei fremito protetto
tra la veglia e il sonno
mentre fuori piove

in fondo, per me amarti
è un po’ come amarmi,
alberga in te lo stesso dolore
le tue lacrime, come le mie,
hanno lo stesso sapore

come te mi si lacera il petto
e porto le mani sul cuore,
perché a volte
può far male anche il bene
come un urlo improvviso
che squarcia un silenzio

pensieri notturni,
solo foglie ammassate dal vento
ai piedi dell’alba,
e rido, rido di me ogni volta.

Le ..pene ..dell’inferno

Non ci sono ragioni

non ci sono perché sufficienti

a far tacere il lamento del cuore

E’ tutto così assurdo

crudele e fortemente ingiusto

patire le pene d’inferno

senza avere commesso delitti

Com’è possibile

che non vi sia soluzione,

una strada non ancora trovata,

un’idea o un compromesso?

Volersi bene è dunque

un così atroce reato?

E come si uccide un amore?

Con quali armi si sopprime

il bisogno di te,

il tuo sorriso, le carezze,

e l’abbraccio sincero?

Ho provato a distrarmi

con mille sciocchezze

ma tu sei presente

in un silenzio che urla

E ti sento, oh se ti sento!

Sempre dentro di me.

E la mia strada solitaria

è un rettilineo senza meta.

notturno musicale by bio

nel mio respiro assopito
sei fremito protetto
tra la veglia e il sonno
mentre fuori piove

in fondo, per me amarti
è un po’ come amarmi,
alberga in te lo stesso dolore
le tue lacrime, come le mie,
hanno lo stesso sapore

come te mi si lacera il petto
e porto le mani sul cuore,
perché a volte
può far male anche il bene
come un urlo improvviso
che squarcia un silenzio

pensieri notturni,
solo foglie ammassate dal vento
ai piedi dell’alba,
e rido, rido di me ogni volta

 

10615415_714006381970588_4093784385034353489_n

notturno muysicale by bio….siamo il nostro completamento….


La nostra meta non è di trasformarci l’un l’altro,
ma di conoscerci l’un l’altro e d’imparar a vedere e a rispettare nell’altro
ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro completamento.
1209184518
~ Hermann HesseNarciso e Boccadoro ~

I dolori, le delusioni e la malinconia
non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore
e dignità, ma per maturarci.

~ Hermann Hesse –  Peter Camenzind ~

La vita di ogni uomo è una via verso se stesso,
il tentativo di una via, l’accenno di un sentiero.

~ Bocciolo_di_rosa_blu_composizioni_floreali_argento_metallo_argentatohtm”>Herman Hesse – Demian ~

notturno musicale by bio… ricordi di Carmine

Si dice che la giovinezza è l’età della speranza, appunto perché in essa si spera confusamente qualcosa dagli altri come da se stessi – non si sa ancora che gli altri appunto sono altri. Si cessa di essere giovani quando si distingue tra sé e gli altri, quando cioè non si ha più bisogno della loro compagnia.
Scan

notturno musicale by bio…. la mia badolato… forever and ever

18291383_0cec3badolato04laser_Badolato1_(1)

Badolato è un comune di 3.157 abitanti della provincia di Catanzaro. Badolato è un borgo medievale situato su una collina a pochi chilometri dalla costa ionica, alle sue spalle le pre Serre Calabre.

Le origini di Badolato si devono a Roberto il Guiscardo (1080) il quale fece erigere un castello fortificato.

Nel 1269 gli Angioini concessero il feudo a Filippo il quale l’anno successivo intraprese una guerra con il Conte Ruffo di Catanzaro. Gli abitanti, rinchiusi nel borgo, vennero assediati dal Conte Ruffo il quale infine riuscì a conquistare Badolato che rimase in seguito alla sua casata fino al 1451. In seguito appartenne alla famiglia Di Francia e nel 1454 il Borgo divenne baronia dei Toraldo i quali parteciparono anche alla Battaglia di Lepanto (1571) e lo amministrarono fino al 1596.

Badolato passò poi ai Ravaschieri (1596), ai Pinelli (1692) ed infine ai Pignatelli di Belmonte (1779)[2] i quali ressero il potere fino alla fine della feudalità (1806).

Gravemente danneggiato durante la sua storia dai terremoti (1640, 1659 e 1783), Badolato venne anche colpito in epoca più recente da un’alluvione (1951). wikipedia.. io ci aggiungo la cordialità , serieta ell’ onestà delle persone…

notturno musicale by bio… brividi di te….

1380654_681097431924576_382937578_n1981951_712850185433402_1519299727_n

Un brivido di te

Un brivido di tensione…

mi sfiori,

non vedo l’ora di sentire

le tue mani sul mio corpo,

attento a sentir ogni sussurro,

ogni movimento.

Un’ esplosione di sensazioni,

stupore e di emozioni.

E’ sempre più un sortilegio

questo legame

creato forse da un mago

che della natura conosce

gli scherzi e ha deciso

di lasciarci nell’Amor dispersi.

notturno musicale by bio …….. respiro …..

tumblr_mbt5g0GfWL1riimvto1_250354213_556327461_20p0303005vl6_H011155_L

Il mio respiro,
il suo,
il mio battito,
il suo…

Il respiro si accorcia,
ritmico, affannoso,
incalzante,
ansimante.

Il cuore
batte, batte, batte,
tutto il petto batte,
pulsa in gola,
pulsa nell’anima.

I respiri
assumono lo stesso ritmo,
la stessa intensità,
si uniscono, si esaltano.

Un crescendo continuo,
vertigini, ronzii,
la mente
ha lasciato ogni controllo,
le emozioni
sono padrone dei corpi.

Avvinghiarsi,
rotolarsi,
urlare.
Secrezioni,
sudore,
saliva,
odori intensi.

Silenzio…
assaporando
il dopo di tutto.

notturno musicale by bio … all’anima delli ……

Lunella__Anime-Gemelle_gAnima__Infinity_Orb_by_Wen_M

Lunella__Anime-Gemelle_g

Attraversa l’anima

Attraversa l’anima
come una lama
e ne sonda i paesaggi
ora mesti, ora bui
dove corvi neri come pece
gracchiano così forte
da grattarti le pareti del cuore.

Percorre deliziosi giardini
decorati da candide margherite
e scaldati da un tiepido sole primaverile.
Ma quando la sua linfa
Giunta all’apice scoppia
il foglio si macchia.
Unico tampone per tale ferita.

Charles Bukowski

notturno musicale by bio ….emozioni….

995818_463425690411558_310077666_n

Sfogliando il libro delle nostre emozioni, tra le pagine accartocciate dal tempo, possiamo trovare una lacrima o un sorriso che avevamo dimenticato in fondo all’angolo degli appunti. Quei piccoli segni scritti a matita nell’ora dell’intervallo forse sono i più importanti e significativi, perché sono lì per ricordarci l’amarezza e la fatica delle esperienze passate che, nonostante tutto, ci hanno permesso di scrivere pagine fatte di pioggia, di sole, di vento e di brina… pagine di vita, pagine di noi.

10009312_10153116117828475_6319857441759905233_n

notturno musicale by bio ….. ascolta il tuo passato …..

483689_492536317450930_614734190_n

1001309_498996913504770_1503161147_nAscolta il passo breve delle cose
-assai più breve delle tue finestre-
quel respiro che esce dal tuo sguardo
chiama un nome immediato:la tua donna.
È fatta di ombre e ciclamini,
ti chiede il tuo mistero
e tu non lo sai dare.
Con le mani
sfiori profili di una lunga serie di segni
che si chiamano rime.
Sotto, credi,
c’è presenza vera di foglie;
un incredibile cammino
che diventa una meta di coraggio.

alda merini

notturno musicale by bio ……………….soltanto tristezza …………………

15caf4c4e5_3179717_medLa cattiveria nasce da sentimenti negativi come la solitudine, la tristezza e la rabbia. Viene da un vuoto dentro di te che sembra scavato con il coltello, un vuoto in cui rimani abbandonato quando qualcosa di molto importante ti viene strappato via.

Ryū Murakami – Tokyo soup]

uscendo dal prato con un vuoto dentro generi solo cattiveria

provo solo tristezza per te

sai solo distruggere, sei degna dell’untore

contunua pure a spiare dal buco della serratura..

( clodoveo primo)

auguri by bio … heppy gnu year….

hqdefault

A tutti quelli che lo scorso anno mi hanno inviato auguri di pace, prosperità, gioia ,serenità, amore, benessere, etc.. comunico che: NON SONO SERVITI A NIENTE…
Per il nuovo anno quindi si prega di inviare soldi contanti e/o assegni, buoni benzina e/o gasolio, generi alimentari possibilmente a lunga conservazione. GRAZIE di cuore e auguri di buon anno!

diurno musicale by bio ….. il buco della serratura…..

il buco della serratura 100x50 santra statunato

                           E sì è vero!

            Come vorrei tante volte

   gettare il mio occhio assai curioso

 nell’oscuro buco della  serratura altrui.

 Aver l’agio di guardar senza esser visto

    Vedere  cosa gli altri nascondono

        oltre i muri che alti ergono.

                 Sarebbe bellissimo

              poter ascoltar la voce

           dei loro pensieri più umidi

          poterne anticipare le mosse

       sarebbe perfino cosa divertente

     Rimarrebbero tutti a bocca aperta

   Quando tronfi anticiperemmo l’agire

 No forse no?L’essenza intima del vivere

è l’esser sorpresi in ogni istante, ogni ora

Questo rende la nostra vita così eccitante

alessandro porri

notturno musicale by bio……. per sempre …. prato…..

img_archivio128920131945143696

Urla di piacere
si alternano alle grida di dolore,
sovrapponendosi al sibilo della frusta
che sferza l’aria,
allo schiocco secco sulla nuda pelle.

Il corpo si contorce,
si flette, si inarca,
come se una leva invisibile
lo sollevasse nel punto dove il colpo lo raggiunge.
Oscilla,
in quella posizione instabile in cui
è costretto dalle corde,
ma è l’unico movimento
che gli è concesso dalla fermezza dei nodi.

Non occorre toccare per vedere
che liquidi ed odorosi umori
escono dalla tua intimità,
formando piccoli rivoli
che lentamente scivolano lungo le gambe.

Le ginocchia cominciano a cedere
e solo i polsi sorreggono
quasi totalmente il corpo.
I colpi continuano,
inesorabili, precisi,
disegnando rossi tatuaggi sulla carne.

Basta, basta!! – stai urlando.
E’ la nostra parola convenuta,
per chiedermi di non fermarmi…
Alzo ancora una volta il braccio,
fonte del piacere,
prima dell’epilogo,
in cui saremo un unico corpo.

paulo

notturno musicale by bio…somniare a te nocte….Movere deinceps in quiete desperationem

bdsm-1-1254516_0x410dsc4829_900 

Profumo intenso, pungente.
Sapore dolce, salato.
Vellutata pelle
sfiora il mio volto.

Non serve aprire lo
sguardo al nuovo giorno.
È lei sopra di me.
Il suo corpo, il suo ventre,
il suo sesso.

Inebriante risveglio,
in un giorno qualunque,
in una stagione qualunque.

diurno musicale by bio…. il mio passato…..

passato-presente-futuro1Respiro--2-

Il mio passato 
 
Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che e’ passato 
e’ come se non ci fosse mai stato.
Il passato e’ un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
 Il passato e’ solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho gia’ visto
non conta piu’ niente.
Il passato ed il futuro
non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.
Alda Merini…

notturno musicale by bio ….. vita mia …………………..

Respiro--2-Franco_Angelosante_nascita_vita_e_morte_di_una_galassiavita

Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito,
è il momento in cui tutto ha inizio.
J. Morrison

Ogni giorno della vita è unico,
ma abbiamo bisogno che accada qualcosa che ci tocchi per ricordarcelo.
Non importa se otteniamo dei risultati o meno,
se facciamo bella figura o no, in fin dei conti l’essenziale, per la maggior parte di noi,
è qualcosa che non si vede, ma si percepisce nel cuore.
Aruki Murakami

Tutto è una lezione di vita, tutti quelli che incontri, tutto ciò che vivi,
quando ti svegli al mattino ed apri gli occhi tutto è una lezione di vita.
Fa’ che ogni esperienza diventi la tua lezione di vita.
A volte, è facile farsi trasportare dal dolore.
Se non si ottiene un lavoro che si voleva o se un rapporto non funziona,
significa solo che c’è qualcosa di migliore là fuori che ti aspetta!
Stephen Littleword

notturno musicale by bio…….ali…..

302214_10151097059798951_1665211281_nimagespazzia-big

Metti le ali
non volare troppo lontano
Il tuo futuro
è qui vicino a me.
Abbassati
Vieni
dammi la mano
Costriamo insieme
Il nostro domani.

Tira la tua anima
dove vuoi
Il corpo se ne
farà
una ragione

È sera
calda sera
tranquilla
la mente
vaga
nella notte
senza farsi
mancare niente

notturno musicale BY BIO… TINA….

1000697_10151669891854481_2073278813_n1001616_371114719681195_190818475_nCi sono giornate in cui ti sembra di essere dentro ad un treno in corsa, ti piacerebbe poter scendere ad una fermata, fare due “paroline” con le amiche

reali o virtuali, ma il treno corre corre, e tu non hai altra scelta che aspettare la prossima fermata, ed allora, potrai scegliere come

occupare il tuo tempo.

Però tra una fermata e l’altra il mio pensiero vola libero per arrivare a te che stai leggendo.

Trova l’anima grande che è in te.
Vivi apprezzando te stessa e osserva silenziosamente il mondo…
nel silenzio e nella calma del cuore
riuscirai a vedere chiaro e a percepire
l’amore delle persone che ti vogliono bene davvero.
Accoglile in te, apprezzale ed amale.

E’ incredibile come certe persone riescano ad entrarti nel cuore, tu nemmeno te ne accorgi, ma ti incidono il loro nome con una forza tale che anche a distanza di anni quel nome è ancora lì, come una carezza indelebile, di quelle che ogni volta che la guardi, d’improvviso si forma un sorriso nel viso come nel cuore, e nonostante le mille prove a cui ti ha sottoposto la vita ti accorgi in quei momenti di quanto esista ancora in te una parte fragile e allo stesso tempo piena d’Amore, forse l’unica parte dove le sfide della vita non sono riuscite ad entrare. Una parte dove risiede il meglio di me. Quella parte che voglio donare a te che sei per me una persona speciale.

notturno musicale by bio .. sassaiola….

0hqdefault

La Fitta Sassaiola Dell’ingiuria

 

Mi sono cari i miei furti di monello
quando rubavo in casa un po’ di pane
e si mangiava come due fratelli
una briciola l’uomo ed una il cane.
Io non sono cambiato,
il cuore ed i pensieri son gli stessi,
sul tappeto magnifico dei versi
voglio dirvi qualcosa chge vi tocchi.
Buona notte alla falce della luna
sì cheta mentre l’aria si fa bruna,
dalla finestra mia voglio gridare
contro il disco della luna.

                                ANGELO BRANDUARDI                                                                                                                                                                                                                                                                                         Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Che cosa c’é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette: se tutti fanno, lui smette? Chi manomette le tette della scultura ne ignora l’amore e la cura, ciocca dopo ciocca mi son fatto ‘sta capigliatura, come un tiranno tra le mura non ho paura. C A P A, no fregatura, monnezza pura, senti che attrezzatura: é la mistura che infuria nella fitta sassaiola dell’ingiuria.

CAPAREZZA…

diurno musicale by bio … mente ….

10689717_792087480838054_2757101656759646708_n

Mente … spudorata-mente … La mente mente quando non riesce a dominare il cuore.

Ognuno, di se stesso, vede quel che vuol vedere.

Il passato ha le sue colpe, il presente ha i suoi talenti, il futuro ha le sue virtù. Vai oltre le colpe, scopri i tuoi talenti e corri alla conquista delle virtù.

Caterina Mangiaracina — con Petras Girdenis



diurno musicale by bio….. il peso della farfalla …

10615415_714006381970588_4093784385034353489_n10635932_726195937418299_6540258295750009722_n

Le ali del pensiero sono l’ascolto, ma ascolta soltanto chi è sceso nelle profondità del cuore, allora si può volare con la ragione ed ascoltare con il peso o forza dell’emozione. Niente è più pericoloso che i pensieri senza emozioni e niente di più nocivo che le emozioni senza ragioni. L’essere maturo quindi sa avere la testa tra le nuvole ma coi piedi per terra: equilibrio perfetto tra cielo e terra.

diurno musicale by bio … morire lentamente…

1240405_535490893188705_272259781_n

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l’incertezza, per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia aiutare, chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare. Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
(Pablo Neruda)

notturno musicale…. om namah shivaya..

imagesimageshindu-symbols-10a

Ciò che conta è tutto dentro di noi; da fuori nessuno ci può aiutare. Non essere in guerra con se stessi, vivere d’amore e d’accordo con se stessi: allora tutto diventa possibile. Non solo camminare su una fune, ma anche volare.

Gran parte dei nostri sogni li viviamo con assai maggiore intensità della nostra esistenza da svegli.

Hermann hesse…

notturno musicale by bio … Anime Dannate ….

imagesanime dannate

Anime dannate siamo,
l’oscurità è il nostro divenire.

L’orrore si cela nel silenzio sordo degli ultimi.

La rabbia dimenticata accende gli occhi,
sinistro bagliore diviene:

in questa notte di spettri erranti
urla il dolore che trafigge la mente.

Agghiacciante la paura tutto domina
e tutto consuma.

Veglio il lume del mio niente
canto ignoto della ragione
che candela al vento,
vacilla.

— Anonimo (scheda)

diurno musicale by bio … dolce risveglio

1450950_587316568003625_1752440875_n

Profumo intenso, pungente.
Sapore dolce, salato.
Vellutata pelle
sfiora il mio volto.

Non serve aprire lo
sguardo al nuovo giorno.
È lei sopra di me.
Il suo corpo, il suo ventre,
il suo sesso.

Inebriante risveglio,
in un giorno qualunque,
in una stagione qualunque.

Paulo

notturno musicale by bio …..stella …..

10387579_747114682002001_1420882089951794917_n

Ognuno ha la sua stella da (in)seguire.

Malinconia, ricordi in trasparenza di quel meglio che è morto ancor prima di nascere.

.. E ricorda che chi incontrerai ti guarderà con i suoi occhi che non sempre saranno capaci di vedere quel che sei davvero.

Caterina Mangiaracina

notturno musicale by bio…vita da strada…

Murales di Edoardo KobraPistoletto_le_trombe_giudiziomurales-1_1_original

Tento ogni giorno di mordere la vita nonostante lei ad ogni alba mi risputa nel mondo con il corpo sempre un po’ più dolorante e l’anima sempre più sgualcita.

Nella corsa per la vita tutti vogliamo far il ruolo del cane o, perlomeno, quello del gatto, ma essa ci coarta a fare anche quello del topo affinché scopriamo e, magari, capiamo qual è il vero spirito del gioco.

Per chi va e per chi viene, per chi vive partenze come danze bizzarre, come le farfalle che volan di fiore in fiore, come chi non si ferma mai ed ha in mente sempre lo stesso viaggio.

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/vita/frase-227474?f=t:16>

diurno musicale by bio… in chiesa maria ….

dsc4829_900<table dan8377_900style=”height: 654px;” border=”0″ width=”364″>

Sogno d’amore

 

Se dovessi inventarmi il sogno
del mio amore per te
penserei a un saluto
di baci focosi
alla veduta di un orizzonte spaccato
e a un cane
che si lecca le ferite
sotto il tavolo.
Non vedo niente però
nel nostro amore
che sia l’assolu
to di un abbraccio gioioso.

alda merini

notturno misicale by bio…… nudità…….

dan7467_b9001dan8280_1000

La nudità dei fiori

La nudità dei fiori è il loro odore carnale
Che palpita e si eccita come un sesso femminile
E i fiori senza profumo sono vestiti di pudore
Essi prevedono che si vuol violare il loro odore
La nudità del cielo è velata di ali
Di uccelli che planano d’attesa inquieta d’amore e di fortuna
La nudità dei laghi freme per le libellule
Che baciano con azzurre elitre il loro ardore di spume
La nudità dei mari io la adorno di vele
Che esse strazieranno con gesti di raffica
Per svelare il loro corpo allo stupro innamorato di esse
Allo stupro degli annegati ancora irrigiditi d’amore
Per violare il mare vergine dolce e sorpresa

Del rumore dei flutti e delle labbra appassionat

Guillaume Apollinaire

notturno musicale …follia pura …. by bio…

dan1704_900

Katarzyna-Konieczka

È vero ma non ci credo, non è vero ma ci credo.

L’attimo fugge, che altro può fare un attimo?

Chissà perché mai la gente che và in autobus è più brutta di quella che và in auto.

Che strana bestia che è il cane: ha il sudore sulla lingua e il sorriso sulla coda.

Leonardo da Vinci lanciava sassi dalla torre di Pisa come ora lo fanno dal cavalcavia dell’autostrada.

Non si può ammirare un tagliaborse, che si nasconde nell’ombra, ma si può applaudire a un brigante matricolato.

Certo che nella 100 a ostacoli vanno a 37 Km/h e non hanno il casco.

Chissà che differenza c’è tra un pompelmo femmina e uno maschio.

Imbocchiamo l’autostrada e quando è finita la benzina giriamo e torniamo indietro.

Se ne parla per il ramadan ebraico.

Per i bambini sono ovvie le cose più assurde.

L’autostrada è un luogo dove tutti si sentono autorizzati da Dio a correre come pazzi.

Solo i pazzi non cambiano mai idea, perché hanno le idee fisse.

Le idee fisse sono come i crampi ai piedi. Il rimedio migliore è camminarci sopra. (Kierkegaard)

A tutto c’è un limite tranne che alla pazzia.

Solo i folli vanno dove i saggi non osano andare.

È risaputo che le mucche vanno munte nello stesso ordine, nessuno sa il perché ma penso che le mucche lo sappiano.

Non costringerai a esistere ciò che non esiste. (Parmenide)

Non è un casino bensì una foresta di libere associazioni.

Se la morte e’ un lungo sonno, allora l’insonnia e’ il primo sintomo di immortalità

Discutere con un idiota è una perdita di tempo ,Ti abbasseresti al suo livello
e lui vincerebbe per esperienza!

Ciò che fu fatto e ciò che non fu fatto è uguale

notturno musicale by bio … per …

indexBocciolo_di_rosa_blu_composizioni_floreali_argento_metallo_argentato677529__artistic-blue-rose_p

Sei tu

Mi spingi oltre i miei limiti
e sento di vivere appieno la mia stessa vita,
in te ho incontrato me stesso
e ho guardato oltre,
oltre ogni inimmaginabile limite.
Ho guardato nel profondo dei tuoi occhi
cercando di comprenderti
ma, ho visto tutto quello che di me
mai avrei voluto vedere.
Ho visto la mia fragilità e la mia insicurezza
i miei sensi di colpa e i miei complessi
le mie paure e la mia insofferenza
ho visto le mie tenebre e i miei demoni
allora, ho guardato ancora oltre
e nel profondo del mio cuore, un mare in tempesta,
un oceano immenso dove tuffarsi e perdersi
e lì nel profondo della mia anima ho compreso!
Ho provato piacere e orgoglio
nel capire quello che oggi provo
nel sapere chi oggi sono veramente
adesso so che amo le cose belle
so che amo tutto quello che la vita mi offre
e una di quelle sei tu.

Paulo Coelho (scheda)

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-personali/poesia-73154?f=a:723>

notturno musicale by bio ….vorrei da te….

images12091845181920361_10203627560997709_722625942_n

Vorrei un figlio da te che sia una spada
lucente, come un grido di alta grazia,
che sia pietra, che sia novello Adamo,
lievito del mio sangue e che risolva
più quietamente questa nostra sete.
Ah, se t’amo, lo grido ad ogni vento
gemmando fiori da ogni stanco ramo
e fiorita son tutta e d’ogni velo
vo scerpando il mio lutto
perché genesi sei della mia carne.
Ma il mio cuore, trafitto dall’amore
ha desiderio di mondarsi vivo.
E perciò dammi un figlio delicato,
un bellissimo, vergine viticcio
da allacciare al mio tronco, e tu, possente
olmo, tu padre ricco d’ogni forza pura
mieterai liete ombre alle mie luci.

alda merini

notturno musicale by bio… l’incredibile fantasia dei bambini ….

LORENZO

piccola premessa , io bio vado spesso in bicicletta sono in possesso di una cube

e percorro le molteblici piste ciclabili del territorio cove vivo ( vercurago lecco)

questa mattina alle 6,30 sono andato in garage a prendere la bici per  preparami per un paio d’ore di pedalate .

mentre mi preparo arriva un mio vicino di casa che si apprestava ad andare al lavoro  , anche lui un ciclista della domenica come me .  lui guarda la mia bici facento un bel apprezzamento sulla qualità del mezzo,  io ringrazio e poi lui mi dice che è in possesso di un’applicazine sul suo android che ti consente di visionaree i km fatti , le calorie bruciate  e la mappa dei luoghi dose sei stato. io ringrazio per l’informazione e parto, al mio ritorno a casa chedo a mio figlio lorenzo di anni 11  se mi da il suo telefonino android ( il mio è un seplice rottane ) per vedere di scaricare da internet l’applicazione del ciclista … lui partendo da lontano ( sapendo di avere il vetro del cellulare rotto , cosa a me sconosciuta )mi dice … senti papà ti devo dire una cosa ….   🙂 🙂 ti ricordi quando la mamma a messo la cera ( sul pavimento ) ma tanta cera ….. 🙂 🙂 piccolo delinquente 🙂 🙂313191_2254585375315_7948905_n

squilibrio pomeridiano …. matti nel profondo ….

947154_10152406761673475_415543287_nThe_revenge_of_bunny_boys_by_Stefano83

Ero matta in mezzo ai matti. I matti erano matti nel profondo, alcuni molto intelligenti. Sono nate lì le mie più belle amicizie. I matti son simpatici, non così i dementi, che sono tutti fuori, nel mondo. I dementi li ho incontrati dopo, quando sono uscita.

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/amicizia/frase-115583>

notturno musicale by bio.. ..in my heart

Cuore_Alato393611_441773489193880_801924777_n316635_469555463082349_654905881_n

non c’è mistero nel cuore,
egli respira l’ amore più puro,
egli coltiva la rabbia più vera ,
al cuore non puoi chieder compromesso ,
perche non conosce le mezze misure ,
egli è sentimento che scorre ,
che ti arriva alla mente come acqua di sorgente ,
egli ci indica la vera natura delle ragioni ,
e non tradisce mai le sue radici profonde ,
se avessimo solo il cuore e non la mente ,
forse saremmo più puri nei nostri sentimenti ,
o forse soffriremmo di più per le nostre debolezze ,
ma il cuore è lì ,
ad ascoltare la passione , a darci sempre , giorno per giorno
battiti di vita .

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

GirlandWorld

LIFESTYLE, PEOPLE,SOCIETY,ARMY

simpleula.wordpress.com/

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Daniela Sasso

La poesia mia ha salvato la vita più di una volta. La poesia é donna.

Architect's Diary

"Can I Write A Blog?"

Selvaggia Scocciata

Mi interesso spesso e mi annoio subito.

mafaldasonoioblog

"Come stai?" "Miseramente cara,come al solito...superbamente a pezzi!"

frustadotme.wordpress.com/

A slave obey to the king's heart - And I'll pleasure you with pain

AntipastoMisto

come prendere i miei pensieri, metterli a rosolare in padella e farne una frittatina.

A Word about Me

by Hina Khan Palwasha

A FOOD OBSESSION

my food, my travels, my cooking, my traditions

Joëlle Jean-Baptiste – Author

Notes on the developments of fantastic tales, the series TI-COEUR ANGEL, and SHERLEY SHERLY.

El Rincón de efe

Vivencias de un contador de cosas.

Senza

Senza remore,morale,pregiudizi,compiacimento....

Musica&Parole

MUSICA&PAROLE by Cresy

chiara on the road

the world is Beat

UN AUTRE MONDE

Un excellent site de WordPress.com

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza sconti per nessuno

Diario di un bordo

Chi dice che un bordo non possa averne uno?

Papillon

Maledetti bastardi... sono ancora vivo!

Paris: People, Places and Bling

Theadora's Field Guide to Shopping in Paris

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Quindi, no, non va tutto bene!

Architetture dei rapporti, (l)inge(gne)rie umane, malinconiche gangbang e fistfucking emozionali. Insomma, oscene ovvietà scritte con una quarta di seno!

Cornelia Balas - Gemaeldeinfo

"Halten Sie Ihren Geist ständig eingeschaltet zum Stern, aber Ihren Blick immer vor den Füßen, denn sonst fallen Sie in den Sumpf weil Sie in die Luft blicken." (Kybalion)

Zibaldone

Arte Fotografia Letteratura Musica Pensieri

⚡️La Audacia de Aquiles⚡️

"El Mundo Visible es Sólo un Pretexto" / "The Visible World is Just a Pretext".-

Sarah Potter Writes

Pursued by the muses of prose, poetry, and art

annuntio vobis gaudium magnum

Questo sito WordPress.com è il migliore che ci sia

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

Il mio Mondo tra sentimento e poesia

Just another WordPress.com site

La vespa e...

Comunicare - Spiegare quello che è il mondo che tanto amo e tanto odio allo stesso tempo... Vespa e non vispa perchè potrei decidere anche di punzecchiare qualcuno/qualcosa... Stay tuned!

Renee Writes Here

It's okay if you fall down and lose your spark. Just make sure that when you get back up, you rise as the whole damn fire.

l'ombra esiste solo dove c'è la luce

La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

acasadisimi

chi fa da sè fa per tre

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: