notturno musicale by bio… pensieri notturni

Franco_Angelosante_nascita_vita_e_morte_di_una_galassiaRespiro--2-images

Pensieri notturni

Mario Contini

Io conosco il tuo sguardo
m’è ignoto però
l’odore delle tue parole
quando parli e sei sola

nel mio respiro assopito
sei fremito protetto
tra la veglia e il sonno
mentre fuori piove

in fondo, per me amarti
è un po’ come amarmi,
alberga in te lo stesso dolore
le tue lacrime, come le mie,
hanno lo stesso sapore

come te mi si lacera il petto
e porto le mani sul cuore,
perché a volte
può far male anche il bene
come un urlo improvviso
che squarcia un silenzio

pensieri notturni,
solo foglie ammassate dal vento
ai piedi dell’alba,
e rido, rido di me ogni volta.

notturno musicale by bio … all’anima delli ……

Lunella__Anime-Gemelle_gAnima__Infinity_Orb_by_Wen_M

Lunella__Anime-Gemelle_g

Attraversa l’anima

Attraversa l’anima
come una lama
e ne sonda i paesaggi
ora mesti, ora bui
dove corvi neri come pece
gracchiano così forte
da grattarti le pareti del cuore.

Percorre deliziosi giardini
decorati da candide margherite
e scaldati da un tiepido sole primaverile.
Ma quando la sua linfa
Giunta all’apice scoppia
il foglio si macchia.
Unico tampone per tale ferita.

Charles Bukowski

notturno musicale by bio……. per sempre …. prato…..

img_archivio128920131945143696

Urla di piacere
si alternano alle grida di dolore,
sovrapponendosi al sibilo della frusta
che sferza l’aria,
allo schiocco secco sulla nuda pelle.

Il corpo si contorce,
si flette, si inarca,
come se una leva invisibile
lo sollevasse nel punto dove il colpo lo raggiunge.
Oscilla,
in quella posizione instabile in cui
è costretto dalle corde,
ma è l’unico movimento
che gli è concesso dalla fermezza dei nodi.

Non occorre toccare per vedere
che liquidi ed odorosi umori
escono dalla tua intimità,
formando piccoli rivoli
che lentamente scivolano lungo le gambe.

Le ginocchia cominciano a cedere
e solo i polsi sorreggono
quasi totalmente il corpo.
I colpi continuano,
inesorabili, precisi,
disegnando rossi tatuaggi sulla carne.

Basta, basta!! – stai urlando.
E’ la nostra parola convenuta,
per chiedermi di non fermarmi…
Alzo ancora una volta il braccio,
fonte del piacere,
prima dell’epilogo,
in cui saremo un unico corpo.

paulo

diurno musicale by bio…. il mio passato…..

passato-presente-futuro1Respiro--2-

Il mio passato 
 
Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che e’ passato 
e’ come se non ci fosse mai stato.
Il passato e’ un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
 Il passato e’ solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho gia’ visto
non conta piu’ niente.
Il passato ed il futuro
non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.
Alda Merini…