attimi… mi hai sussurrato…

 

Mi spogli ogni giorno con i tuoi occhi,

mi baci anche quando non lo fai,

ogni giorno, con la tua voce e i tuoi gesti,

mi inebri e mi ecciti, sempre.

La mia carne si eccita e vibra

sotto il tuo sguardo,

le tue sapienti mani

suonano le corde della mia anima,

come un’abile suonatore di Sitar;

e la mia carne diventa tua.

Ogni volta è come se fosse la prima:

esplorazione,

fantasia,

smarrimento,

tormento,

liberazione,

danza di corpi nudi…

un incastro perfetto e mobile.

Respiro la tua anima e mi riempio di te

quando voli sulle ali del piacere,

quando esplodi nel desiderio di possedermi.

Sazi la mia carne e la mia mente,

plachi il mio tormento e desiderio di te.

Corpi intrecciati arsi dalla passione,

giungiamo al limite del sopportabile

per poi spingerci sempre più oltre,

crescendo ogni volta di più,

fino all’ estasi.

Attimi infiniti, sublimi…

Godere di noi, dei nostri orgasmi simultanei

che diventano un solo ed unico orgasmo.

Ti inebri della bimba che hai svezzato,

viziato e, al contempo, della donna spudorata

che è in me.

Sarà sempre così Amore,

sarà sempre desiderio ardente,

passione bruciante, devastante,

perché non esiste

Amore senza Passione.

Saranno sempre attimi infiniti.

 

Medusa

risveglio dello spirito…

Penso a te, ogni secondo della mia giornata se non sei con me, bramo a te tutti i momenti, il mio amore non ha limiti, non da’ spazio a niente, a nessuno, non vede che i tuoi occhi il tuo meraviglioso profilo, il tuo cuore ricolmo di gioia e voglia di vivere… sono felice se stiamo insieme anche solo sfiorandoci il viso con un tenerissimo bacio, una tua carezza, ogni tuo sguardo regala alla mia anima un bagliore, una intensa luce… la luce che solo un vero amore può donare. la nostra vita insieme è un sogno che si avvera dopo mille sofferenze e dolori, ma non pensarci è meglio, perchè nei nostri cuori possiamo finalmente rimanere estasiati dall’arcobaleno che con i suoi colori cancella e ridipinge il nero che avevamo dentro….. Ma che ad oggi è di nuovo tornato, gettando nelle tenebre il mio cuore che ti amava e che ancora oggi,imperterrito continua a fare.il mio spirito pieno di te…

 

queen bee….

 

Ape regina

 

 

 

 

 

 

 

Accarezzami musica

 

scorri su me come acqua d’argilla,

 

scorri sulla mia bianca pietà:

 

io sono innamorata di un aedo,

 

sono innamorata del cosmo tutto,

 

sono piena d’amore

 

sono l’ape regina

 

col ventre gonfio dei due golfi perfetti,

 

dolcissimo chiaro preludio

 

a una polluzione d’amore.

 

L’uomo scorre sulle mie bianche viscere non s’innamora mai

 

perchè sono accademia di poesia

 

fantasmi…

E’ cosi…

vivere nel crepuscolo è così

camminare…

guardarsi intorno e sentire tutto ovattato,

vedere tutto irreale…

è come vivere attraverso un velo d’acqua…

passi tra la gente e li vedi…

anzi no…

percepisci che quello spazio è occupato dal corpo di un essere umano…

ne vedi i contorni…

guardi “sfumature” grige, inconsistenti…

raramente ti capita di vedere qualcosa di piu reale…

magari qualche colore…

solo una volta…

una e solo una…

ho incrociato i passi con una presenza piu vera di tutte le altre…

l’ho guardata e stranamente lei ha guardato me…

mi ha percepito…

ho provato a parlarci, ma nessun suono è uscito dalla mia gola…

ciò nonostante abbiamo comunicato…

percezioni di pensieri…

scambi di emozioni…

forse se solo lei avesse provato ad allungare una mano per toccarmi…

forse quel velo d’acqua sarebbe sparito…

e io avrei vissuto al di fuori del crepuscolo…

o forse lei sarebbe entrata nel mio mondo…

forse…

forse…

ci siamo salutati con un cenno della mano…

ci siamo amati

fantasmi…