dolce primavera…

Ti amo,

dolce creatura.

I tuoi lunghi capelli

che mi abbracciano quando ci amiamo,

la tua pelle odorosa

dal velluto di pesca,

le tue esili mani

lunghe ed armoniose,

i tuoi glutei,

bianche colline da esplorare,

il tuo ventre

caldo ed accogliente

dei miei baci.

Ti amo,

dolce creatura.

Chiome al vento

che parlano di libertà,

corpo fremente

che parla d’amore,

seni che vibrano

dalla passione dell’amore,

labbra umide

per soffici baci,

come petali di rosa

che si schiudono

al dolce mattino di primavera.

Tu amore mio,

ti schiudi

al dolce richiamo dell’amore.

the flight

Dispiega

le ali al vento

ascolta la sua voce.

 

Chiudi gli occhi

lascialo giocar

con la tua pelle.

 

Lasciati avvolgere

dai profumi del mondo

come fossero seta sul tuo corpo.

 

Sarà un volo

tra petali e foglie

sentirai tutto scorrere in te.

 

E quando finalmente li aprirai

ubriaca di vita

non ti importerà dei sogni.

bla bla bla bla bla……

 

Ed io parlavo

Ed io;

parlavo, parlavo.

ma lei era distratta…

non mi ascoltava.

Non si curava

di cosa

in quel momento

io stessi provando.

Quel nodo alla gola

che mi attanagliava,

il sorriso

che dalle mie labbra

era scomparso,

il tremore irrefrenabile

che martoriava

il mio corpo

in quel momento

mi sentivo indifeso.

Ed io…

parlavo, parlavo,

Ma lei non ascoltava,

taceva…

lasciando che il peso

della mia sofferenza,

frantumasse la speranza

è lentamente

il mio cuore moriva…

perché lei non mi ascoltava!

I love my son…

un affetto non si prova….s’indossa direttamente….

E sei sempre più mia

Quando il poco che ho

sembra tutto per te

Quando io dico fante

mentre tu dici re

Vivi dentro ai rintocchi

Sei presenza costante

Fammi male ti prego

Fallo almeno una volta

Altrimenti il mio ego

Non può crederti vera

Fammi male di nuovo

Per poter face pace

Altrimenti si spegne

La sequenza sincera

Quando accendi il mio gesto

E divieni poesia

Quando quasi decollo

E sei sempre più mia