skull

 

IL TESCHIO

 

Ho baciato il tuo teschio fra le mani,

 

scarnificato dalla dura pelle

 

venivi a mostrarmi ciò che è domani.

 

Sole, cranio infuocato, questa molle

 

sembianza ardi, voglio essere fuoco,

 

perché le stelle sono le tue ceneri.

 

Distrutto e corrotto da un furor cieco,

 

da un malor che sempre toglie ai più cari

 

quello che hanno amato ed amano ancora…

 

Si, noi t’amiamo Sole,

 

e mi mostri quelle crude fattezze

 

che la morte pone a chi se ne duole,

 

e fra le mie speranze

 

si trova la tue fine.

 

E’ cenere la carne.

 

Ciò che s’adora è la parte più nera

 

In questa vita in cui nulla rimane,

 

e ho venduto il mio corpo alle tenebre

 

che più non vedrà ipocrite mattine,

 

ma nutrirà quell’ombre.

 

Ma com’io te, nelle notti più oscure,

 

un insonne mi farò sempre grato

 

con le stelle che nel cielo ho posato.

6 thoughts on “skull

  1. Buona domenica biobioncino e in anticipo buon inizio settimana, con amicizia Carla

    PS: auguri per tuo figlio, che venga dimesso presto e in piena forma

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...