meditare

  SANDY RODELLA

 

Dhammapada
OM -  è il mantra sacro induista; Dhammapada

Gautama il Buddha

D.J. BUDDHA - Cosmic Boy - Fammi capire Ragazzo Cosmico ... http://www.unafuente.com/17-06-2007/los-ninos-de-la-india/ Il Fiore blu dell' Anima Buddha e Nirvana.

Siamo ciò che pensiamo …

Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente.
Ogni parola o azione che nasce da un pensiero torbido è seguita dalla sofferenza,
 come la ruota del carro segue lo zoccolo del bue.

Ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido
è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile.

«Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato.»
Abbandonando questi pensieri ti liberi dell’odio.
Solo l’amore è capace di estinguere l’odio.
Questa è la legge eterna.

Con la stessa felicità
con cui il vento sradica un fragile albero
le tentazioni trascinano chi è alla ricerca del piacere,
chi è avido, pigro e debole.

Come la pioggia penetra in una capanna il cui tetto non è ben impagliato,
così le passioni si insinuano in una mente inconsapevole.

CHI FA DEL MALE
soffre in questo mondo e nell’altro. Soffre contemplando il male che ha fatto
 e ancora di più soffre scendendo nell’oscurità.

CHI FA DEL BENE
gioisce in questo mondo e nell’altro.
Gioisce contemplando il bene che ha fatto
e ancora di più gioisce innalzandosi nella luce.

Se abbandoni le passioni, l’odio e le illusioni,
 coltivi la saggezza e la serenità,
non hai desideri

né in questo mondo né nell’altro,
allora veramente sei partecipe della vita dello spirito.

LA CONSAPEVOLEZZA
.Fiore rosso: è notoriamente l'espressione dell'amore ardente e passionale, del coraggio e del forte desiderio di vittoria. È però anche simbolo di collera e di temperamento volitivo.
.
La consapevolezza
conduce alla vita eterna,
l’inconsapevolezza alla morte.

 Chi si è risvegliato alla propria vera natura non muore.
L’inconsapevole vive come se fosse già morto.

Il saggio, colui che ha compreso,
trova la sua gioia nella consapevolezza,
trova la sua gioia nel cammino tracciato dai Buddha.

PERCIÒ MEDITA CON PERSEVERANZA PER RAGGIUNGERE IL NIRVANA,
LA LIBERTÀ ULTIMA

Perciò svegliati, osservati,
agisci con purezza e con attenzione
conformemente alla legge eterna
e la tua gloria crescerà.

Con la consapevolezza, con la padronanza di sé,
il saggio si costruisce un’isola che nessun diluvio può sommergere.

Perciò non lasciarti andare all’inerzia e non lasciarti trascinare dai desideri.
Concentra la tua energia nella meditazione   e scopri la felicità più grande.

Il saggio contempla l’umanità sofferente,
come chi dalla vetta di una montagna
guarda verso gli abitanti della pianura.

Attento fra i distratti, desto fra i dormienti,
il saggio si stacca dalla massa come un veloce cavallo da corsa.

Grazie alla consapevolezza – Indra è divenuto signore degli dei.

Sempre preziosa è la consapevolezza,
sempre rovinosa – l’inconsapevolezza.

L A  M E N T E
Victoria Memorial Hall, Calcutta, India

La padronanza della propria mente, ribelle,
capricciosa e vagabonda, è la via verso la felicità.

Il saggio osserva continuamente i propri pensieri,
che sono sottili, elusivi ed erranti.
Questa è la via verso la felicità.

Come può una mente agitata comprendere la legge eterna?
Se la serenità della mente è turbata, la saggezza non può manifestarsi.

Fai della tua mente una fortezza e combatti le tentazioni
con l’arma della saggezza.

Nessuno, neppure il tuo peggior nemico
può nuocerti quanto una mente indisciplinata.

Ma una mente disciplinata
è un’alleata preziosa.

F I O R I
Azzurro: l'azzurro chiaro è simbolo di difficoltà ed inquietudine dovuta a problemi di diversa origine (soldi, salute, …). Il turchese è invece una gratificazione per chi si occupa con grande ingegno di arte o scienze.
Chi è in grado di andare al di là di questo mondo
e del mondo della morte con tutti i suoi dei?

Tu stesso lo sei,
scegliendo il cammino luminoso del dharma
con la stessa cura con cui un giardiniere sceglie i fiori più belli.

Il saggio si muove nel mondo come un’ape,
 che raccoglie il nettare dei fiori lasciandone intatti la bellezza e il profumo.

Anziché badare agli errori altrui osserva i tuoi,
esamina ciò che hai commesso e ciò che hai omesso di fare.

Le parole sincere di chi vive la propria verità
sono come fiori colorati e profumati.

Il profumo della virtù
si propaga in ogni direzione,
raggiunge ogni angolo del mondo.

IL PROFUMO DEL LEGNO DI SANDALO
O DEL GELSOMINO NON VA LONTANO

Veffanculo, vuoi pregare per me, prima che commetto suicidio!

MA IL PROFUMO DELLA VIRTÙ SI INNALZA FINO AGLI DEI

Le tentazioni non sviano chi vive nella virtù e nella consapevolezza, chi ha trovato la libertà nella saggezza.

Il loto profumato che rallegra il cuore cresce nel fango sul ciglio della strada.

Così fra i ciechi mortali il discepolo del Buddha
splende per la sua saggezza.

L’INCONSAPEVOLE
Lunga è la notte per l’insonne,
lungo è il cammino per il viaggiatore stanco,
lungo il vagare attraverso molte vite per l’inconsapevole
 che non ha ancora trovato la via del dharma.

L’INCONSAPEVOLE CHE SI CREDE SAGGIO È UNO SCIOCCO INCURABILE!

 “Lo stupido è uno sciocco che non parla, e in questo è più sopportabile dello sciocco che parla.”

L’inconsapevole è il peggior nemico di se stesso:
le sue azioni cieche producono frutti amari.

L’inconsapevole può trascorre tutta la vita in compagnia di un Buddha
senza cogliere il sapore del dharma.

Ma nessuna pratica ascetica vale un sedicesimo di un attimo di comprensione del dharma.

DUE SONO LE VIE:

UNA VA VERSO L’ACQUISIRE NEL MONDO  –  L’ALTRA VERSO LA LIBERAZIONE
PERCIÒ IL DISCEPOLO DEL BUDDHA NON CERCA GLI ONORI MA SOLO LA SAGGEZZA

IL SAGGIO
Se ti imbatti in un saggio che ti mostra i tuoi errori
e ti segnala i pericoli del cammino, seguilo come seguiresti,
chi possiede la mappa di un tesoro.

Non frequentare cattive compagnie.
Cerca l’amicizia di coloro che amano la verità.
Bevi alla sorgente del dharma e vivi nella serenità e nella gioia.

Come una rupe non è scossa dal vento, egli non è scosso
dall’elogio o dal biasimo degli uomini.

Nell’udire la verità,
il suo cuore diventa come un lago profondo,
limpido e calmo.

Non desidera nulla e non parla a vuoto.
Qualsiasi cosa gli accada, nella fortuna e nella disgrazia,
va per la sua strada senza attaccarsi a nulla.

poverina mò ha fatto una figura di caccia....

Non desidera né figli, né ricchezze, né potere, per sé o per altri.
Non cerca di imporsi con mezzi sleali.

Pochi sono coloro che arrivano all’altra sponda.
La maggior parte degli uomini si agita su e giù lungo questa sponda.

Ma coloro che vivono il dharma arrivano all’altra sponda,
al luogo dove la morte non ha potere!

Il saggio lascia la via dell’oscurità per quella della luce.
Lascia la propria casa nel mondo per dimorare soltanto in se stesso.

Abbandonando ogni desiderio
e ogni senso di possesso,
purifica il suo cuore
e conosce la gioia.

Ben radicato nei sette elementi dell’illuminazione,
libero da ogni attaccamento e appetito,
raggiunge la libertà ultima
e diviene un faro per questo mondo.

L’ILLUMINATO
.Viola: esprime sentimenti di modestia, generosità ed umiltà. È simbolo di una insormontabile timidezza.
.
Ha portato a termine il suo viaggio.
E’ andato al di là della sofferenza.

Ha spezzato ogni vincolo e vive in piena libertà.

Egli non dimora in alcun luogo,
ma costantemente spicca il volo
come i cigni che lasciano il proprio lago.
Non accumula nulla e si nutre di saggezza.
Conosce la libertà ultima.

Segue una rotta invisibile come il volo degli uccelli.
Non desidera nulla e si nutre del vuoto.
Conosce la libertà ultima.

Ha domato la mente e i sensi,
è libero dall’orgoglio e senza macchia,
è ammirato perfino dagli dei.

Paziente come la terra,
saldo come una soglia, trasparente come un lago limpido,
ha trasceso il ciclo della vita e della morte.
Il ragazzo solitario ha una faccia da ribelle, parla poco e non sorride mai, è cresciuto per la strada che confina con la libertà, figlio di un destino assurdo e di una storia disonesta.
La sua mente è silenziosa,
le sue parole e le sue azioni irradiano pace.
La verità lo ha liberato. E’ al di là di ogni fede,
conosce la realtà increata.

Ha tagliato ogni legame, ha trasceso ogni desiderio,
è andato al di là di ogni tentazione.
Ha raggiunto l’apice dell’umano.

Dovunque egli viva,
nel villaggio o nella foresta,
nella valle o sulla collina, regna la gioia.

TROVA LA GIOIA ANCHE NELLA PROFONDA FORESTA, NON AMATA DAGLI UOMINI

PERCHÉ NON DESIDERA NULLA

MIGLIAIA
Meglio di mille vuote parole … e di mille versi vani …

è un solo verso che porta la pace.
Meglio di cento vuote frasi
è una parola del dharma
che porta la pace.

Meglio vincere te stesso
che vincere mille battaglie contro mille uomini.

LA PADRONANZA DI SÉ È LA VITTORIA PIÙ GRANDE

Né gli dei, né i demoni, né il cielo, né l’inferno,
possono toglierti una simile vittoria.

Cent’anni di rituali, migliaia di sacrifici
non valgono l’onorare anche solo per un attimo
colui che conosce se stesso.
Bianco: è il simbolo della purezza, dell'innocenza e del pudore. Esprime un sentimento puro e sincero. Viene utilizzato anche quando si attendono nuove notizie.
Chi onora e segue il saggio riceve quattro doni:
 vita, bellezza, felicità e forza.

Meglio vivere un giorno consapevolmente
che cent’anni nell’inconsapevolezza.

Meglio vivere un giorno virtuoso e saggio
che cent’anni nell’errore e nell’ignoranza.

IL MALE
Se trascuri di coltivare il bene, il male infesta la tua mente.
Se ti capita di fare del male, non ripeterlo, non lasciare che metta radici in te.
Se ti capita di far del bene – ripetilo – lascia che metta radici in te e ti riempia di gioia.

 

Anche chi ha fatto del male può gioire, finché le conseguenze del male fatto non sono maturate.

Chi ha fatto del bene può soffrire
finché il bene che ha fatto
non dà i suoi frutti.

NON PRENDERE ALLA LEGGERA IL MALE CHE FAI – PENSANDO CHE NON TI TOCCHI
UNA BROCCA SI RIEMPIE D’ACQUA CHE CADE GOCCIA A GOCCIA

Non prendere alla leggera il bene che fai, pensando che non ti tocchi.

Una brocca si riempie d’acqua che cade goccia a goccia.
Come chi ama la vita evita un veleno,  così evita il male!

Ma una mano senza ferite può maneggiare veleni senza danno.
Così il male non tocca l’innocente.

Il male fatto a un innocente è come polvere gettata controvento.
Esso si ritorce contro chi lo fa!

Alcuni rinascono in questo mondo,
altri all’inferno … altri ancora in paradiso …
MA COLORO CHE SONO SENZA MACCHIA
ENTRANO NEL NIRVANA

In nessun luogo al mondo, né in cielo, né in fondo al mare,
né nelle più remote gole montane  puoi sottrarti alle conseguenze del male che hai fatto.

In nessun luogo al mondo, né in cielo, né in fondo al mare, né nelle più remote gole montane,
puoi sottrarti al dominio della morte.

L'inferno visto dai santi.Per secoli i capi religiosi della cristianità hanno descritto l’inferno di fuoco come un raccapricciante luogo di tormento per i peccatori La Madonna ha prima mostrato il purgatorio e poi l'inferno.

LA VIOLENZA

Rispecchiandoti negli altri,
non uccidere e non ferire.

NON FERIRE, CHI COME TE CERCA LA FELICITÀ, SE VUOI ESSERE FELICE

Non ferire con parole crudeli.
La parole irate fanno male e il dolore che provochi
rimbalza verso di te.

Immobile e silenzioso come un gong spezzato entra nel nirvana,
dove ogni agitazione scompare.

Come un mandriano con il suo bastone spinge le vacche al pascolo,
la vecchiaia e la morte sospingono le creature verso nuove vite.

Ma l’inconsapevole non se ne rende conto
e brucia nel fuoco delle sue proprie azioni.

Chi ferisce un innocente
o infligge una punizione immeritata,
incorre in una di queste calamità:

 

Subisce crudeli sofferenze,
una grave malattia, una mutilazione, l’invalidità o la pazzia.

Oppure la sua casa viene distrutta dal fulmine.
E quando il suo corpo si è dissolto
continua a bruciare all’inferno.

Ma chi vive in serenità e purezza, astenendosi dal nuocere ad alcun essere,
anche se indossa vesti eleganti è un vero bramino,
un vero asceta, un vero bhikshu.

Un cavallo ben addestrato non ha bisogno della frusta. Come un cavallo ben addestrato toccato dalla frusta, sii ardente e scattante. Liberati dalla sofferenza con la meditazione, la consapevolezza, la saggezza, la virtù, la fiducia e l’impegno nella ricerca della verità. Come il contadino incanala l’acqua, come il fabbro raddrizza le sue frecce, come il falegname lavora il legno, così il saggio lavora se stesso.

LA VECCHIAIA
Di che cosa puoi rallegrarti mentre il tuo mondo brucia? Sei immerso nell’oscurità e non cerchi la luce?
Guarda questo tuo corpo: un fantoccio dipinto che sta insieme in qualche modo,
malato – pieno di ferite – agitato da fantasie mutevoli e vacue.

Il corpo invecchia,
ma la legge eterna non invecchia,
questo è l’insegnamento che i saggi trasmettono ai saggi!

TE STESSO

Satana è Donna - è una storia profonda e affascinante.

Se ti ami, osservati.
Veglia durante una parte della notte.
Diventa padrone di te stesso e scopri il tuo maestro interno.

L’inconsapevole è spezzato dal male che lui stesso fa,  come una pietra è spezzata da un diamante.
L’inconsapevole si fa beffe della saggezza –  deride coloro che seguono la via della consapevolezza.

Il frutto delle sue azioni è la sua rovina.

Facendo del male, tu stesso ti corrompi.
Ma facendo del bene, tu stesso ti purifichi.

Tu sei la fonte di ogni purezza e di ogni impurità.
Non trascurare il tuo compito per intraprenderne un altro,
per quanto grande possa essere.

Scopri il tuo compito e dedicati a esso con tutto il cuore!

IL MONDO
UNA STORIA DI VITA E DI MARE

Svegliati, sii consapevole.
Segui gioiosamente la via della virtù
in questa vita e oltre.

Non seguire la via dell’errore.
Segui gioiosamente la via della virtù in questa vita e oltre.

Questo mondo è una bolla di schiuma, un miraggio.
Coglilo nella sua realtà e renditi invisibile alla morte.

Questo mondo è un carro regale dipinto a vivaci colori.

L’inconsapevole   vi si perde.
Ma il saggio resta distaccato.

Quando una persona si risveglia alla consapevolezza, essa illumina il mondo come la luna che emerge da dietro le nubi. Quando una persona lascia l’errore per la virtù, essa illumina il mondo come la luna che emerge da dietro le nubi. Come i cigni si innalzano e volano verso il sole, sorretti da una forza invisibile, così i saggi spiccano il volo da questo mondo, lasciandosi alle spalle il desiderio e l’illusione.

Un avaro non entrerà mai nel regno dei cieli.
La generosità non è importante per l’inconsapevole.

MA IL SAGGIO TROVA LA SUA GIOIA NEL CONDIVIDERE

Meglio del possesso del mondo intero, meglio del paradiso, meglio del dominio su tutti i mondi
è compiere il primo passo sulla via del risveglio!

IL RISVEGLIATO
Arancione: è un colore che simboleggia la gioia, l'allegria e la piena soddisfazione per un successo già raggiunto. Anche sentimentalmente esprime un amore già consolidato ed appagante.
L’invincibile, colui che si è risvegliato,
infinita consapevolezza che non lascia tracce,
da quali parole può essere descritto?

La rete velenosa del desiderio non ha più potere su di lui.

Si è ridestato. É libero, consapevole,
immerso nella luce e nella pace gioiosa della meditazione.
Anche gli dei lo invidiano.

L’insegnamento di coloro che si sono risvegliati è:

evita il male – fa il bene,
purifica la tua mente!

Non ferire alcuno con parole o con atti.
Vivi semplicemente, mangia con moderazione,
coltiva la solitudine, purifica la tua mente.
Questo è l’insegnamento dei Buddha.

IL SAGGIO SA CHE PER OGNI GOCCIA DI PIACERE ESSO PORTA CON SÉ UN BAGNO DI DOLORE

IL DISCEPOLO DEL BUDDHA TROVA LA SUA GIOIA
SOLO NEL BRUCIARE OGNI DESIDERIO

Spinti dalla paura, gli uomini cercano rifugio
negli eremi montani e nelle foreste,
presso sacri alberi e templi.

Ma nessuno di questi luoghi è un rifugio sicuro.
Nessuno di essi ti mette al riparo dalla sofferenza.

Prendi rifugio nel Buddha, nella legge eterna, nella comunità dei ricercatori. Comprendi le quattro nobili verità: la sofferenza, l’origine della sofferenza, la cessazione della sofferenza e il nobile ottuplice cammino che porta alla cessazione della sofferenza.

Questo è un rifugio sicuro.
Questo è un rifugio che ti mette al riparo dalla sofferenza.

BENEDETTA È LA NASCITA DEL BUDDHA
benedetto il suo insegnamento,
benedetta la comunità dei ricercatori,
benedetta la loro concordia e determinazione.

E benedetto è chi onora il Buddha e i suoi discepoli,
chi onora colui che ha trasceso tutti i mali
e attraversato il fiume della sofferenza.

Incalcolabile è il merito di chi onora
colui che ha trasceso la paura
e raggiunto la liberazione.

LA GIOIA

Vivi nella gioia,
vivi nell’amore, libero dall’odio
anche fra coloro che odiano.

Vivi nella gioia, vivi nella salute,
libero dalla malattia anche fra coloro che sono malati.

Vivi nella gioia, vivi nella serenità,
libero dall’ansia anche fra coloro che sono ansiosi.

Vivi nella gioia, vivi senza possedere nulla,
nutrendoti di gioia come gli dei risplendenti.

La vittoria si lascia dietro una scia di odio, perché il vinto soffre.
 Abbandona ogni pensiero di vittoria e sconfitta
e vivi nella pace e nella gioia.

Non c’è fuoco come la passione,
non c’è malattia come l’odio, non c’è dolore
come l’esistere nella separazione, non c’è gioia come la pace.

L’avidità è il massimo dei mali,
il desiderio è la massima sofferenza.
L’estinzione di ogni desiderio è la gioia più alta.

La salute è il massimo bene, la semplicità è la più grande ricchezza,
la fiducia è la miglior compagna,
il nirvana è la gioia più alta.

Assapora la dolcezza della meditazione nella solitudine e nella pace.
Bevi il nettare del dharma   e liberati da ogni paura e attaccamento.

Gioioso è guardare il volto del Buddha.
Beato chi fugge la compagnia degli inconsapevoli.

Lungo e doloroso è viaggiare in compagnia degli inconsapevoli,
come viaggiare con un nemico.

Perciò segui il cammino dei saggi, dei risvegliati, dei pazienti, dei risplendenti,
di coloro che vivono nell’amore e nella virtù,
come la luna segue il cammino delle stelle.

IL PIACERE
Non lasciare che la ricerca del piacere
ti distragga dalla meditazione e dal tuo stesso bene.

Va al di là del piacere e del dispiacere.
Sia cercando il piacere sia fuggendo il dispiacere alimenti la sofferenza.

Non attaccarti a nulla. La perdita di ciò a cui sei attaccato è sofferenza.
Chi non nutre attaccamento né avversione è libero.

Ogni desiderio è fonte di dolore e di paura.
 Liberati dal desiderio e non conoscerai dolore né paura.

Un orsetto chiede alla mamma: "Mamma, che razza di orso sono io? " "Sei un orso polare. "- "Sei proprio sicura? "E se fossi un grizzly?" "Ma perché non credi di essere un orso polare?" gli fa infastidita la madre. L'orsetto scoppia a piangere: "Perché ho freddo!"

OGNI PIACERE È FONTE DI DOLORE E DI PAURA

Liberati dal piacere      e non conoscerai dolore né paura.
Liberati dall’avidità      e non conoscerai dolore né paura.
Liberati dalle passioni e non conoscerai dolore né paura.

Con la stessa gioia,
le tue buone azioni ti accolgono all’ingresso nella tua prossima vita.

L’IRA
Chi non si appropria di nulla,   chi non è legato ai nomi e alle forme
va al di là della sofferenza. Controlla la rabbia come un buon auriga
governa il suo carro impazzito.

Vinci l’ira con la delicatezza, la cattiveria con la bontà,
l’avarizia con la generosità, la menzogna con la verità.

Sii sincero, non lasciarti trascinare dall’ira,
condividi ciò che hai, anche se è poco.

Queste tre chiavi aprono la porta del cielo.

Sii padrone del tuo corpo, non ferire alcun essere
 e raggiungerai l’eterna dimora al di là della sofferenza.

Sii costantemente consapevole, osservati notte e giorno
cerca soltanto la liberazione e ogni impurità si dissolverà.


Chi oserà biasimare l’uomo saggio e virtuoso, meditativo e immacolato?
Egli splende come oro puro. Perfino gli dei lo lodano.

Osserva il manifestarsi dell’ira nelle tue parole.
Sii padrone delle tue parole, abitale con purezza.

Osserva il manifestarsi dell’ira nei tuoi pensieri.
Sii padrone dei tuoi pensieri, abitali con purezza.

Padrone del proprio corpo, delle proprie parole,
dei propri pensieri, il saggio è padrone di sé.

L’IMPURITÀ
Sei ora come una foglia secca,  i messaggeri della morte ti sono vicini.
Stai per partire per un lungo viaggio e non hai fatto alcun preparativo.

Fa di te stesso un’isola, affrettati, sii saggio.
Dissolvi ogni impurità e raggiungi il cielo degli eletti.
Dissolvi ogni impurità e va al di là della nascita e della morte.

Sei consumato dal male che fai come il ferro è corroso dalla propria ruggine;

"così papa ratzinger difende il sesso"
Più tette e meno cazzate, prego; Non è che se chiedo un pene più lungo poi mi crescono le tette? ... La chiesa cattolica mostra tutto il suo splendore ...

MA LA PECCA PIÙ GRANDE È L’IGNORANZA!

0 bhikshu! Liberati di quella macchia e sarai libero da ogni macchia.
Sradica in te lo spirito dell’invidia e vivi in pace giorno e notte.

Nessun fuoco brucia come la passione, nessun cappio strangola come l’odio,
nessuna rete è più tenace dell’illusione, nessun torrente più impetuoso del desiderio.

NON C’È ALCUNA VIA NEL CIELO, LA VIA È DENTRO DI TE

Il Tathagata,
“colui che cammina nel semplice essere-così”,
è libero da ogni attaccamento.

IL SEGUACE DEL DHARMA
Se cerchi di realizzare i tuoi fini con la forza non sei sulla via del dharma.
Il saggio esamina attentamente ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.
Coltiva la saggezza e la purezza e la tua bellezza risplenderà da sé.

Come può essere un asceta chi è schiavo dei propri desideri e attaccamenti?
Asceta è chi è pronto a sradicare in sé ogni impurità e ad acquietare la mente.

Bhikshu è chi vive nella purezza e nella consapevolezza,
al di là del merito e dei demerito.

Che puoi ottenere la beatitudine della liberazione,
irraggiungibile da chi è prigioniero del mondo.

0 bhikshu! Non fermarti finché non avrai sradicato in te ogni impurità.

IL CAMMINO
Lo stato di coscienza più alto è il non-attaccamento.
La condizione umana più alta è quella
di chi è capace di vedere.

Questo è il cammino che purifica la visione.
Seguilo, se vuoi trascendere la morte.

Seguendo questo cammino metterai fine alla sofferenza.
Questo è il cammino che insegno da quando ho estratto da me
la freccia della sofferenza.

Ma lo sforzo è tuo.
I Tathagata possono solo indicare la via. Percorrila,
 medita e liberati dalla schiavitù del desiderio e della morte.

“Nessun essere è dotato di un sé”

Comprendendo ciò, vai al di là della sofferenza.
Questo è il cammino della purezza.

“Qui avrò la mia dimora estiva,   qui quella invernale,   qui quella per la stagione delle piogge.”
Cosi l’inconsapevole fa progetti, senza soffermarsi un attimo sull’imprevedibilità della morte.

Né figli, né genitori, né parenti, possono proteggerti quando vieni afferrato dalla morte.
Comprendendo ciò, affrettati a sgomberare la via che conduce alla liberazione.

XXI Versi vari

Non costruire la tua felicità
sulla sofferenza di un’altra persona
o resterai invischiato nella rete dell’odio.

I discepoli di Gautama sono costantemente svegli e consapevoli.

Giorno e notte la loro attenzione è concentrata sul Buddha.
 Giorno e notte la loro attenzione è concentrata sul dharma.
Giorno e notte meditano sul corpo.

I discepoli di Gautama sono costantemente svegli e consapevoli.
Giorno e notte trovano la loro gioia nella compassione.

Siedi in solitudine
Riposa in solitudine
Abita in solitudine

In solitudine diventa padrone di te stesso
e gioisci dell’estinzione dei desideri!

L’ELEFANTE

Sopporterò gli insulti del mondo come l’elefante sopporta le frecce in battaglia,
perché il mondo è spesso malevolo.

Se sei pigro e goloso, se ti crogioli nel sonno come un porco ben sazio,
continuerai a ripercorrere il cammino dell’utero sempre di nuovo.

Sii consapevole, osserva i tuoi pensieri.
Sollevati dalla palude come un elefante sprofondato nel fango.

Bombay - Mumbay - India

Se incontri un compagno saggio e virtuoso,
condividi con lui il cammino nella gioia e nella consapevolezza,
superando ogni ostacolo.

Ma, se non trovi un tale compagno, piuttosto cammina solo,
come un re che ha rinunciato al proprio regno
o come un elefante nella foresta.

E meglio vivere soli che in compagnia degli inconsapevoli.
Cammina solo, puro e senza desideri, come un elefante nella foresta.

Felicità è vivere virtuosamente fino a tarda età, felicità è una fede salda,
felicità è la conquista della saggezza, felicità è evitare il male.

LA BRAMOSIA
Perché, come un albero tagliato ricresce sempre di nuovo se la sua radice è intatta,
così la sofferenza si riproduce sempre di nuovo se la radice del desiderio non è stata estirpata.

Il legame più forte non è una catena di ferro,
né una morsa di legno, né una fune,
ma l’attaccamento a un gioiello,
ai figli, a una donna.

Se sei schiavo delle passioni resti prigioniero della corrente del desiderio
come un ragno della tela che lui stesso ha tessuto.

Il saggio arresta la corrente del desiderio e libero da ogni ansia,
va al di là della sofferenza.

Abbandona passato, presente e futuro.
Attraversa il fiume dell’esistenza e raggiungi l’altra sponda.
La mente completamente libera, non ricadrà più nel ciclo della vita e della morte.

Se i tuoi pensieri sono carichi di passione,
se la tua mente è agitata dalla ricerca del piacere,
i tuoi legami si rafforzano sempre più.

Medita …!.

Rendi silenziosa la tua mente.
Contempla la sofferenza dell’esistenza fenomenica
e taglia i lacci della morte.

Colui che ha raggiunto la meta è libero da ogni ansia, da ogni passione e desiderio.
Ha spezzato le frecce della sofferenza e questo è il suo ultimo corpo.

L’ESTINZIONE DEL DESIDERIO È LA FINE DI OGNI SOFFERENZA

Come le erbacce soffocano i campi, le passioni soffocano la natura umana.
Perciò onora chi è libero dalle passioni, onora chi è libero dall’odio,
chi è libero dall’illusione e chi è libero dal desiderio.

IL BHIKSHU
Se il dharma è la tua gioia,
la tua meditazione, la tua devozione,
non smarrirai mai il cammino del dharma.

Non lasciare che l’invidia turbi la tua meditazione.

Anche gli dei lodano quel bhikshu che accetta di buon grado ciò che gli è dato,
per quanto poco sia, e vive con purezza e totalità.

Vivi nell’amore e nella serenità, segui fiducioso il cammino del Buddha
e raggiungi il luogo di pace dove l’esistenza è a riposo.

Non c’è meditazione senza profonda percezione,
non c’è profonda percezione senza meditazione.

Quando entrambe sono presenti,
sei prossimo al nirvana.

Lascia cadere le passioni e l’odio
come il gelsomino lascia cadere i suoi fiori appassiti.

Giochi per adulti - dai sex toy al triangolo per risvegliare la passione, Guida e consigli

Indifferente agli allettamenti del mondo, metti pace nel tuo corpo,
 metti pace nelle tue parole, metti pace nei tuoi pensieri.

Vivi nella gioia, segui fiducioso il cammino del Buddha
e raggiungi il luogo di pace dove l’esistenza è a riposo.

Il  giovane  bhikshu  che  intraprende il cammino del dharma
illumina il mondo come la luna che emerge da dietro le nubi.

IL BRAMINO
O bramino,
con tutta la tua energia argina la corrente del desiderio,
allontana da te i piaceri dei sensi.

Riconoscendo la fine di ogni cosa che ha un’origine, realizza l’increato.

Raggiungi l’altra sponda attraverso la meditazione e la percezione profonda,
dissolvi ogni vincolo grazie alla conoscenza della verità.

Va al di là di questa e dell’altra sponda,
va al di là della paura e di ogni vincolo.

Colui che medita, è libero dalle passioni, è centrato, assolve i suoi compiti,
è senza macchia e ha raggiunto il bene più alto,
questo è un bramino.

Il sole splende di giorno,  la luna splende di notte,
il guerriero splende nella sua armatura, il bramino splende in meditazione.

Ma il Buddha splende radioso giorno e notte!

Bramino è chi ha lasciato cadere ogni male, asceta è chi vive in serenità,
eremita è chi ha eliminato ogni impurità.

Nessuno aggredisca un bramino,
ma quello, se è aggredito, non si adiri. Guai a colui che aggredisce un bramino,
ma ancor più al bramino che riversa la sua ira sull’aggressore.

Non ferire con le tue azioni,
con le tue parole
e con i tuoi pensieri.
.

.
Bramino è colui
che vive nella verità,
nella purezza e nel dharma.

Non è la nascita o la ricchezza a fare il bramino.
É un bramino chi non possiede nulla e non si attacca a nulla.

Bramino è chi ha spezzato ogni catena, non trema,
 è andato al di là di ogni attaccamento, è totalmente libero.

Bramino è l’illuminato che ha tagliato ogni fune e correggia,
ha sciolto i lacci, ha rovesciato il giogo,
ha spezzato le sbarre.

Benché innocente,
sopporta senza rancore offese e persecuzioni.
La forza del suo spirito è il suo esercito!

L’ira non lo tocca.
Non devia mai dal suo cammino.
E puro, senza desideri e padrone di sé.
Vive nel suo ultimo corpo.

Su di lui, il piacere scivola via come una goccia d’acqua su una foglia di loto,
o come un seme di senape sulla punta di un ago.

E arrivato alla fine del viaggio,
ha deposto il fardello della sofferenza,
è libero da ogni attaccamento.

Falcone - Borsellino - per non dimenticare!

La sua saggezza è profonda,
sa discernere il giusto cammino,
ha raggiunto la meta suprema.

Sia fra i monaci sia fra coloro che vivono nel mondo
resta nella sua solitudine. I suoi bisogni sono pochi.

Non esercita la violenza su alcuna creatura, mobile o immobile,
non uccide e non causa la morte di alcun essere.

Si muove amorevolmente in mezzo all’ostilità,
pacificamente fra coloro che agitano il bastone,
distaccato fra gli avidi.

In lui l’odio, le passioni, l’orgoglio, l’invidia sono caduti.

Le sue parole sono veritiere, ma non dure, sono chiare, ma non offendono.

Non si appropria di ciò che non gli viene dato,
buono o cattivo che sia, grande o piccolo.

Non desidera nulla per sé né in questo, né nell’altro mondo.
É libero da ogni desiderio e attaccamento.

Libero dal desiderio, libero dal dubbio,
ha raggiunto la profondità dell’eterno.

Al di là dell’attaccamento al merito e al demerito,
al di là delle passioni, al di là della sofferenza, al di là di ogni impurità.

Cântaro Magro in the Serra da Estrela National Park.

In lui la sete dell’esistenza si è spenta.
E puro, sereno, imperturbabile,
splendente come la luna.

Ha percorso il fangoso cammino delle rinascite e dell’illusione, difficile da lasciare,
ed è andato oltre, ha raggiunto l’altra sponda. Libero da ogni dubbio e desiderio, ha trovato la pace.

In lui, la sete dell’esistenza si è spenta. Ha lasciato i piaceri dei sensi, ha lasciato la casa.
Ha abbandonato ogni attaccamento, è divenuto un viandante. Distaccato dalla cose umane,
distaccato dalle cose divine, nulla più lo lega.

Ha lasciato il piacere e il dispiacere, non c’è più in lui alcun seme di un ritorno all’esistenza,
ha conquistato tutti i mondi. Il suo cammino è ignoto agli uomini, agli spiriti e agli dei.
É senza macchia, è illuminato.

Non possiede nulla e non ha bisogno di nulla.
Per lui non c’è più passato, presente o futuro.

É il saggio, il vittorioso, l’eroe senza macchia
che ha trasceso la paura e il desiderio, il risvegliato.

Ricorda le sue precedenti dimore, conosce il cielo e l’inferno.
La sua saggezza è perfetta. É giunto alla fine del viaggio.
Ha fatto tutto ciò che doveva fare.

É divenuto uno con la totalità dell’esistenza!

Percorri la Via della Consapevolezza, della Verità, della Pace,
e conoscerai una Felicità autentica,
totale, inesauribile …

ecco la mia passione.... i lupi

SANDY RODELLA
Stelle cadenti

MIRAMARE TRIESTE

KHALIL GIBRAN - IL PROFETA - MORTE - AMORE L'ESTREMISTA NELLA TRADIZIONE DEL GIOCO D'AZZARDO LA MORTE - IMMORTALITÀ -ETERNITÀ - ALDILÀ
OSHO - ZEN -LA RICERCA  KRISHNA - OSHO - PENSIERI -AMORE

 

 

KAHLIL GIBRAN - VAGABONDO

 

GIBRAN - GESÙ - FIGLIO DELL'UOMO

 

BUDDHA - MEDITAZIONE -VERITÀ -LIBERAZIONE

 

FEDE - FIDUCIA - ILLUMINAZIONE

 

LAO TZE - TAO TE CHING

 

Spirito - Spiritualità

 

LUPO MAGICO

 

 

 

 

 

Handy Zubehör

 
//

4 thoughts on “meditare

  1. S i ,sono bei consigli,bellissimi concetti ,ma come si fa a non desiderare a non avere passioni per essere spiriti liberi? Certo chi ci riesce vive meglio non lo metto in dubbio.ma per imparare non è abbastanza una vitaCiao buona domenica

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...